FORUM

Se hai dubbi contatta il responsabile
SALVATORE -


www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10-19  

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

CFM ANGOLO DELLA CULTURA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
21 novembre 2013 - 14:41
Msg #6949

Solo
messaggi
PEPPE

Lenta la neve, fiocca, fiocca, fiocca,
senti: una zana dondola pian piano.
Un bimbo piange, il piccol dito in bocca,
canta una vecchia, il mento sulla mano,

La vecchia canta: Intorno al tuo lettino
c'è rose e gigli, tutto un bel giardino.
Nel bel giardino il bimbo s'addormenta.
La neve fiocca lenta, lenta, lenta.

Finalmente si va a sciare

e Pasquale a Reggio Calabria vai a cagare insegnare

 in primavera si va in canoa!!!!

Rock forever aloha aloha!!!

 

Giovanni Pascoli / Peppe

 

p.s. - Sono stanco di dover sempre innalzare il livello culturale al CFM

R: DOMANI O DOMENICA CANOA?? (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
15 novembre 2013 - 13:57
Msg #6925

Solo
messaggi
PEPPE

Trebbia?

GATTINO NERO CERCA CASA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
12 novembre 2013 - 12:28
Msg #6909

Solo
messaggi
PEPPE

Qualcuno (o qualche vostro amico) e' interessato ad un gattino nero nato da poco gia svezzato e vaccinato?

 

Spargete la voce. Grazie

 

Peppe

BREMBO A FORZA 180 (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
7 novembre 2013 - 11:37
Msg #6900

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PEPPE

Ma non lo sai che il barchino da gioco serve solo per fare il figo in piscina e si lascia sempre rigorosamente in box??

UN DROANELLO PER GHERMIRLI TUTTI (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
21 ottobre 2013 - 10:22
Msg #6821

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PEPPE

Dopo aver visto le TREMENDE immagini del Droanello siamo tutti in pena per il Reverendo. Non abbiamo sue notizie, non sappiamo se ha superato la notte.
 
 
Domani sera vorrei organizzare una fiaccolata per ricordare colui che ha sempre infuso su di noi la sua benedizione. Lo Stile lo ha sempre contraddistinto ed elevato al disopra di noi tutti:
 
 
 
Chi volesse farlo puo’ inviare una donazione al CFM (offerta minima 50 euro). Parte dei proventi saranno utilizzati per acquistare una camicia di forza da donare all’ospedale per la cura mentale dal quale proveniva.
 
Un abbraccio pieno di dolore.
Peppe

R: WEEK END VERDON (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
7 ottobre 2013 - 14:11
Msg #6710

Solo
messaggi
PEPPE

Report del VERDON???

R: SPAZIO DACQUA VIVA !! (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
2 ottobre 2013 - 12:39
Msg #6686

Solo
messaggi
PEPPE

Esperienza super positiva quella del campo slalom di Isle de La serre!

Sembra gardaland del canoista: arrivi pacheggi l'auto e ti fiondi in acqua fino a sera. Ce n'e' per tutti i gusti!

Il massimo e' ovviamente andare col barchino da gioco ci si puo' divertire a surfare tra le onde...in loco c'e' l'opportunita' di affittare tutto il necessario.

Per arrivare da milano ci vogliono circa 4 ore di auto ma devo dire che, una volta arrivati a Torino si va' in Val Susa e passando dal Monginevro la strada scorre via tranquillamente vista la bellezza del paesaggio...

 

La compagnia e' stata ottima un po' del CFM un po' del Cassano e un po' dell'Alpikayak di Torino!

Grande grigliata al sabato sera e ottima bevuta di grappa attorno al fuoco con la voce incessante di Pasquale tra l'altro ha voluto dormire nel letto a castello con me!

Dispiace solo per la Lory che, sempre per essere estrema, e' partita da casa direttamente con l'influenza ed e' tornata uno straccio senza avere la possibilita' di entrare in acqua...

Quando si replica??? Il clima e' ancora mite!

PRENDERE LA MORTA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
26 settembre 2013 - 14:55
Msg #6672

Solo
messaggi
PEPPE

...noi che abbiamo paura a prendere la morta prima dell'impraticabile di Rassa o prima del salto di Piode

 

http://www.youtube.com/watch?v=FVFsiJBSQps

R: PLAYBOATING (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
12 settembre 2013 - 16:41
Msg #6588

Solo
messaggi
PEPPE

Secondo me il coefficiente di galleggiamento è molto importante!

Tutti, anche i piu’ scemi (come Mike e Claudino), ovviamente sanno che e’ un rapporto tra determinate dimensioni dello scafo di un kayak, finalizzato a descriverne le caratteristiche dello scafo  e dell'ingombro.

 

Otto ha stabilito che il valore viene utilizzato per misurare approssimativamente alcuni parametri quali la stabilità e l'analisi degli sforzi.

 

Duilio non e’ d’accordo su questa definizione per questo motivo ha posto l’attenzione sul fatto che il coefficiente di galleggiamento è calcolato come rapporto tra il volume o l'area effettivi dello scafo e quelli di figure o solidi definiti a partire da elementi noti, quali lunghezza, larghezza e immersione. Dato che tali valori sono funzione della linea d'acqua considerata, questi coefficienti vengono definiti rispetto ad un determinato dislocamento, variando il quale essi non sono più validi.

 

Nunzio in un articolo ha dimostrato che a seconda dei valori considerati, si definiscono diversi coefficienti di finezza. Il coefficiente di finezza della sezione maestra (indicato con la sigla Cx) è il rapporto fra l'area della parte immersa della sezione maestra dello scafo (Ax) ed il prodotto fra larghezza (BWL) ed immersione della sezione maestra stessa.

 

Rino non e’ d’accordo sulla definizione. Insieme a Marco Galbiati detto anche lo spaccapietre ha sviluppato il coefficiente di finezza al galleggiamento (indicato con la sigla CWP) è il rapporto fra l'area della figura di galleggiamento (AWL) ed il prodotto fra larghezza (BWL) e lunghezza (LWL) della figura stessa.

Ancora una volta durante un simposio dal parrucchiere Paola, Lory, Cinzia e Raffaella hanno sviluppato superando tutte le teorie fino a questo momento validate il coefficiente di finezza totale (indicato con la sigla Cb) è il rapporto fra il volume di carena (V) ed il prodotto delle tre dimensioni principali: lunghezza (Lwl), larghezza (Bwl) e immersione.

 

Cappellini, alla fine con grande intuizione, come fu la teoria copernicana, invece sviluppa il coefficiente di finezza del piano di deriva (indicato con la sigla CLP) che è il rapporto fra l'area della proiezione sul piano di simmetria longitudinale (ALP) ed il prodotto fra lunghezza (LWL) ed immersione (T) del kayak.

 

Alla fine del discorso questo e’ il risultato di tante teorie sviluppate al CFM e’ qui riportato:

 

 

http://img3.annuncicdn.it/ea/54/ea542ea99275517f7afa16d3cc39f6a6_big.jpg

 

 

NON SOTTOVALUTATE I FIUMI DI I E II GRADO: KAYAK ESTREMO (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
9 settembre 2013 - 16:35
Msg #6568

Solo
messaggi
PEPPE

Se vi siete sempre chiesti a cosa serve il corso di canoa guardate questi bifolchi come tentano di annegare in un corso d'acqua di II grado!!!

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=801v637Zlb0

Fate tesoro dei consigli dei vostri istruttori per non diventare come questi!

R: SCARPE MERREL IN SEDE (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
12 luglio 2013 - 12:45
Msg #6396

Solo
messaggi
PEPPE

Grazie Rino!

Ho rubato le chiavi della sede per darti la lauda ricompensa! Tu fatti i capelli mi raccomando!!!

SCARPE MERREL IN SEDE (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
11 luglio 2013 - 15:25
Msg #6386

Solo
messaggi
PEPPE

QUALCUNO HA TROVATO / VISTO DELLE SCARPE DELLA MERREL IN SEDE???

LAUDA RICOMPENSA PER CHI OFFRE DELLE INFORMAZIONI UTILI AL RITROVAMENTO!!!

OGLIO VALCAMONICA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
2 luglio 2013 - 16:30
Msg #6340

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PEPPE

Raduno carino ma forse un po' lontano da Milano e almeno nella prima giornata non organizzato proprio bene (non si capiva dove fosse l'imbarco).

Molti i big presenti (Team Dragorossi).

Purtroppo l'acqua era poca a causa del mancato rilascio della centrale ma comunque il fiume e' risultato carino....se la centrale avesse rilasciato secondo me sarebbe stato un bel IV.

Il passaggio degno di nota e' quello della Madonnina: doppio passaggio che i Locals all'inizio fanno a sx perche' piu' pulito (e ovviamente noi invece facciamo a dx), morta a sx e subito dopo saltino di qualche metro alla base del quale un rullo che puo' tenere, infatti anche con poca acqua una canoa e' finita dentro al buco di destra e non voleva saperne di uscire..anche con poca acqua a mio avviso la sicura e' d'obbligo in quel passaggio! Carletto infatti si piazza sul massone e prima aiuta a recuperare la canoa finita dentro e poi assicura il passaggio a tutti!

Sbarco al ponte giusto il tempo di caricare poi qualcuno ha sete di cultura con il monologo dell'odissea qualcuno ha appuntamento con l'Africa United qualcun altro non ha il permesso di soggiorno per la Val Camonica e si scappa via di corsa!

Pronti il giorno dopo per una discesa in valsesia!

alla prox

Peppe 

R: MOLLIA- (QUASI) PIODE DOMENICA 30 GIUGNO 2013 (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
2 luglio 2013 - 16:15
Msg #6339

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PEPPE

Sabato raduno sull'Oglio A/R 300 km

Domenica Sesia AR 250 km

Giornata davvero divertente a partire dalle ragazze che ci hanno assistito con i recuperi, alla Lory che ha fatto le foto e soprattutto ha "concesso" un'ulteriore discesa ad Andrea Rock che alla domanda "Vuoi fare Mollia-Piode?" - risponde senza alcuna esitazione "SIIIIII", a Mike e Rino che accettano di portare Pasquale su un tratto del genere, probabilmente per abbandonare definitamente Pasquale e fare cosa grada al CFM, il quale invece risponde alla grande e si spara un tratto non facilissimo inserendo qualche bagno(che ci stava) ma fa una bellissima figura e organizza anche un corso di sicurezza in fiume in cui crea delle situazioni davero divertenti nel bel mezzo del fiume (incravattamento della canoa prima dell'impraticabile di Rassa, per fortuna non lontano dalla riva ma sapendo che appena a valle ci sono 3 sifoni la cosa e' un po' piu' frizzante del solito).

Forse sarebbe stato piu' divertente con una spanna di acqua in piu' giusto per evitare qualche sasso affiorante...

Allo sbarco ci stava anche un tratto di gara da fare al volo....ma eravamo tutti appagati dalla bella prestazione!

 

R: SEDE POTENZIALMENTE CHIUSA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
19 giugno 2013 - 13:59
Msg #6282

Solo
messaggi
PEPPE

 "bianchet sprusà"????

Ma che e'????

Bianchin sprusà!!!!!

Ue' back in the Jungle!!!!!

R: BREMBO INTEGRALE (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
14 giugno 2013 - 13:53
Msg #6242

Solo
messaggi
PEPPE

Bravi Pasquale e Andrea! Vogliamo le foto del bagno di Nunzio nel Brembo (che continua a mietere vittime eccellenti!)

Bravo Fede guarda che la XT e' la barca di quelli veamente forti....meglio se gialla!

Se guardate l'idrometro il Sesia e' a piu' di 100!!!

Vai che a questo Promokayak ci divertiamo!!!!!

R: ISTRUTTORE FLUVIALE (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
10 giugno 2013 - 14:34
Msg #6220

Solo
messaggi
PEPPE

Complimenti Rino!!!

R: MOLLIA-PIODE PIODE-SCOPELLO (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
4 giugno 2013 - 16:04
Msg #6193

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PEPPE

Grazie Carlo troppo buono...

Ah intendevi l'Alpin???  Allora era si..................

Al ritorno ero cosi' stanco che barcollavo e in macchina dormivo mentre guidavo!!!

 

MOLLIA-PIODE PIODE-SCOPELLO (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
4 giugno 2013 - 15:16
Msg #6190 ◊ REPORT

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PEPPE

Domenica si fa il tratto alto del Sesia da Mollia a Piode e da Piode a Scopello. 12 km di fiume di difficolta’ III+ IV belli lunghi continui intervallati da 2 trasbordi obbligatori tubi sifonati al centro del fiume prima del campeggio e 1 impraticabile.

 

A questi due trasbordi personalmente ne ho aggiunti altri due: salto di Piode e la soglia a ferro di cavallo. Il primo e’ un salto di 5 m in mezzo a due rami impraticabili quindi se si sbaglia qualcosa la si paga molto cara e il secondo e’ una soglia che va’ fatta tutta a destra perche’ a destra c’e’ un buco con ritorno molto molto violento!

 

E’ la prima volta per me che affrontavo questi due tratti ed ero entusiasta di farli. Il gruppo e’ veramente affiatato: Banzai, Carletto, Cinzia, Claudino, Mike e Io. Ci imbarchiamo a Mollia sotto un salto di  6 m. Proprio all’imbarco incontriamo un po’ di volti noti che avevano appena disceso la rapida di Mollia (VI). Giusto il tempo di fargli sicura sul salto di cui sopra, un po’ di saluti e si parte.

 

La discesa e’ adrenalinica ci sono dei passaggi veramente belli, molto manovrieri ma forse grazie anche al livello (0.70-0.75) non c’e’ tantissimo volume quindi i passaggi sono abbastanza delineati nonostante il gran casino generale...bisogna soltanto manovrare bene! Per me un bagno alla rapida di Campertogno dove non ho ben capito, nonostante i chiarissimi e perfetti non fraintendibili segnali di Claudino (che comunque ringrazio che mi porta in giro insieme a Mike), dove passare…per questo parto un po’ molle e mi schianto sul primo sasso come un principiante....vado giu’ mi metto in posizione da eskimo con tutta calma in quanto nonostante il fiume mi sentivo proprio tranquillo ma incomincio a prendere un paio di saccagnate sul casco e il turbinio incessante mi strappa la pala dalle mani…esco di gran fretta dalla canoa per evitare di girare in uno dei mille buchi sparsi lungo il percorso..risultato bagno sotto al ponte di Campertogno! ci voleva la giornata era molto calda!

 

Dopo tutta una serie di rapide non banali arrivo col botto rapida dei condominii!Banzai fa tutta a sinistra! Ok! Claudino dice occhio che questa e’ incazzosa…ok! pronti via una bella cavalcata con dei buchi che ti richiamano per farti passare la giornata a girare dentro…per fortuna evitati…dico tra me e me “bella  ma non mi sembra questo tutto questo granche’”…Claudino si gira e dice “occhio che questa non era la rapida”….. azz…….via di nuovo tutta a sinistra ok…si entra in un casino tipo montagne russe…ovviamente era  tutta a sinistra la corrente senza che me ne accorgessi mi porta al centro e mi sbatte dritto dento al bucazzo mi incandela ma mi sputa subito fuori per fortuna…sono in equilibrio precario..sto quasi per capovolgermi ma mi viene l’appoggione della vita..quello che ti viene il 2 giugno solo perche’ e‘ festa nazionale…sento sotto alla pagaia un flusso d’acqua cosi’ duro che al cospetto anche rocco siffredi si inchinerebbe…ho la possibilita’ dunque di recuperare l’assetto e terminare la rapida!

 

Allo sbarco Carletto: “Facciamo le gole??”…….si la prossima volta forse!

 

Sbarco caldo al sole temperatura ideale birra e panino…grande domenica!

 

Putroppo lungo il ritorno la tragica notizia….

 

..un pensiero a Elena Cova, alla sua famiglia e al figlio in particolare…forse un giorno capira’…

 

 

Peppe

 

 

R: PIRENEI 2013 (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PEPPE    
25 maggio 2013 - 18:59
Msg #6144

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PEPPE

Pirenei 2013
Storia di un’avventura…
Prima spedizione per me che sono poco più che un novizio del kayak…quando ne parlammo insieme già a febbraio ero entusiasta dell’idea…era solo un po’ difficile metterla in atto per via del lavoro, dei lavori a casa che avevo preventivato sarebbero stati nel pieno dell’esecuzione…tutto doveva coincidere alla perfezione e ovviamente così non è stato e nel pieno della confusione piu’ totale della mia vita decido di partire e lasciare tutto alle spalle! Tutta la preparazione fisica, mentale che pensavo di affrontare prima di partire ovviamente è andata a farsi benedire..per miracolo riesco a mettere insieme la roba sufficiente per partire e via si và!
Compagni e amici di viaggio:
Claudino: compagno di macchina per tutto il viaggio! è bello carico ed ha fretta di andare sui Pireni per timbrare quanti più fiumi possibile…è assetato di discese e vuole a tutti i costi trovarsi in terra spagnola. Apre praticamente tutti i fiumi e tutti i passaggi alternandosi talvolta con mike altre con otto. Parla uno spagnolo con accento cassanese e soprattutto fa finta di capire quando gli spiegano i passaggi in spagnolo salvo poi dire non ho capito un ca**o….solo destra e poi sinistra ma non sò se non bisogna andarci o se bisogna prendere la morta! E’ il Molmenti/Fellini(perché fa le riprese) di casa nostra..numero 1!
Mike: anche lui alla partenza è bello carico forse un po’ troppo all’imbarco della Roja..aiuta Claudino nell’aprire in fiume,,con molto coraggio decide di fare un passaggino dove il buon perondi è rimasto a girare un paio di istanti…alterna momenti di folle lucidità ad altri di sonno profondo in maniera del tutto casuale…per fortuna offre i suoi sigarillos allo sbarco di ogni fiume come per dire: “Ce l’abbiamo fatta! Siamo ancora vivi nonostante tutto…fumiamoci questo sigaro perchè almeno per oggi siamo ancora vivi! Asso del pensiero!
Otto: la mente del gruppo…la mente nel senso che non tiene a mente niente!!!! Tutti i fossi li ha fatti nella sua lunga carriera canoistica peccato che non si ricorda nulla…tabula rasa elettrificata! Nonostante questo quando cominciano i casini è lì ad aprire lui si diverte sia sul III sia sul V è imperturbabile…fosse nato 2000 anni fa ci avrebbero scritto un vangelo: quello che Otto dice in fiume è la verità, è il verbo! quello che lui dice si fa! Messia
Perondi: Mc Giver della spedizione, enciclopedia portatile, navigatore imbattibile ci fornisce supporto logistico col suo Pero-Camper e tecnologico con la connessione a internet, il computer le radio trasmittenti ecc. E’ anche il cuoco e capo indiscusso della cambusa (mmmm molto buono questo!)E’ anche e soprattutto assetato di fiumi…ha passato un’intera settimana guardando fiumi di V..lui era eccitato su ogni passaggio…lui voleva farsi frullare per benino (e c’e’ riuscito)…
Peppe: la prima spedizione è sempre la prima volta! C’è l’ansia da prestazione…c’è l’ansia del fiume….c’è l’ansia di dormire con Claudino…c’è l’ansia di essere accoltellato da mike nel pieno della notte che grida SIAGNE…c’è l’ansia di rompere il rubinetto del camper di perondi…è tutto un’ansia! Poi però quando sei in fiume (con l’ansia) e fai dei passaggi un po’ al di sopra delle tue possibilità tutta l’ansia si trasforma in eccitazione e potenza..gioia di essere lì..vorresti abbracciarti Otto e dire grazie Messia anche se non ti ricordi un cazzo e il II grado che mi avevi detto in realtà è un quartone di volume grazie! sei contento come un bambino che è sceso dalle montagne russe!
 
Fiumi:
I libri (specie se del 1994) dicono una cosa sui gradi di un fiume…internet ne dice un’altra…quando si è col culo in canoa e soprattutto nessuno sa cosa ci sarà da lì a 10 m sono tutti dei V di volume! Quindi anche su un terzo l’ansia da gestire è sempre quello di un V. Se poi ci si aggiunge che per vari motivi nei primi 3 fiumi ci si imbarca alle 18 del pomeriggio in gola senza nessuna possibilità di uscire allora l’adrenalina sale e i V diventano anche qualcosa in più dal punto di vista di un novizio come me!
Canoa Aperitivo:
Roja italiana: per la prima volta nella mia vita ho passato il confine francese verso quello italiano in kayak. Bellissima sensazione….il fiume dal mio punto di vista non è banale..tutt’altro! L’imbarco non è nemmeno semplice..bisogna fare attenzione anche a  non scivolare altrimenti si finisce direttamente  in acqua….l’acqua c’è ed è bella marrone e spinge di brutto! per me un eskimo e due bagni (gli unici! J). L’ultima rapida è veramente cazzuta…per fortuna il mio Karma ci ha fatto incontrare Mauro il local che ci è venuto a cercare trovando le chiamate sul tel. Nell’ultima rapida si piazza su un roccione e come uno sciamano che col bastone indica la via dell’erudizione allo stesso modo in alto di 5 m sopra al fiume con la sua mano mi dice dove tagliare da sx verso dx facendomi evitare dei buchi che ancora mi sogno la notte!
 
Ottimo inizio! La sera andremo a festeggiare mangiando in un parcheggio abbandonato di ventimiglia e dormendo in località “Carletti” in prossimità di una curva di una strada della collina ligura adibita a discarica! Vista la temperatura con Claudino decidiamo di dormire insieme nella sua 2seconds! Lui ha paura dei cinghiali….per questo decide di russare per spaventarli…lo farà per tutte le 7 notti passate!!!! Fin dalla prima cena battezzo il posto del terrone: il posto del terrone è quello nell’angolo del tavolo incastrato contro al finestrino dove puoi mangiare senza dover sbatterti per preparare la cena o lavare le stoviglie e potendoti giustificare0” sono incastrato non riesco a uscire”…J tattico!
 
Siagne: fiume veramente bello credo la discesa più bella paesaggisticamente e anche per i passaggi in esso contenuti. La penultima rapida quella prima del ponte romano è assolutamente da sballo…claudino la imposta bene traghetta riesce a vedere giù….degludisce con forza…alza il collo prega e si lancia…pagaiata in mezzo all’acqua bianca e in mezzo ai buchi…parola d’ordine è non capovolgersi…un eskimo in mezzo a quel casino credo non sia nemmeno presente nei manuali di salvato…da li si esce eventualmente a nuoto e bisogna farlo in fretta perché dopo c’è la rapida lunga 100 m…un bel casino! Perondi decide di fare anche quest’ultima perché riesce a leggerla bene e si sente sicuro e poi è sempre eccitato! Continuerà ad esserlo fino alla fine del trip!
Aude: fiume tranquillo nella parte alta…si perché Mike in un momento di lucidità passeggera decide di non entrare ancora una volta in una gola di IV alle 19 in un posto sconosciuto! Meno male…nonostante questo scendo un po’ con l’ansia in quanto dalla strada abbiamo visto una soglia/presa d’acqua/non si capisce  che poi si rivela un niente di che una volta in fiume! Goletta veramente carina incastonata tra due pareti ripide in cui spirava un vento molto forte….brrrrr freddo!
 
Rio Ara: anche questo fiume è veramente bello quasi al pari della siagne meno paesaggisticamente ma forse piu’ adrenalico! Arrivati all’imbarco decido di fermare un tizio con un fiorino sul quale scorgo un adesivo con un’onda che richiama l’idea del kayak/rafting…il nostro ermanno spagnolo (mannaggia a lui) dice tranchilli tranchilli mui bello…attenzione solamente che al primo bivio bisogna tenere la sx e sbarcare a destra perché c’è un’impraticabile…ovviamente noi teniamo la destra ed entriamo nel ramo impraticabile dove non c’è la scaletta per sbarcare…vaff
Comunque il fiume è mui bello ma è mui incazzeto!e soprattutto è tardi…se guardiamo troppo i passaggi sbarchiamo al buio…un passaggio decidono di farlo solo i più anziani Otto e Perox…un altro passaggio un bell’imbuto dove se lo si fa a bagno si gira parecchio decidiamo di predisporre una sicura visto che il buon perondi sottovalutandolo un po’ c’è finito dentro e ha staccato un bel biglietto per 3 giri completi senza possibilità di scendere dalla giostra dentro al frullatore…mike con molto coraggio decide di farlo…è tardi decidiamo che predisporre delle sicure ci porta via del tempo quindi tutti gli altri decidiamo di trasbordarlo!
Usciamo dal fiume alle 20.45…belli carichi…peccato che quei farabutti dei miei compagni di viaggio durante il recupero abbiano deciso di cambiare la macchina con su’ la roba asciutta e ovviamente nel cambio dimenticano la mia borsa con il mio cambio asciutto!!!!!
Noguera Pallaresa: solo il nome incute timore…fiume di volume! Grosso grosso con tanta acqua…nella descrizione si parla di soglie buchi con ritorni, nicchie, il volo dell’angelo e tanta acqua…non mi sento carico per affrontarlo…il posto è bello c’è sole ma forse incomincio a mollare un po’ di tensione accumulata…non sono convinto…sono partito con l’unico scopo di divertirmi…fare qualcosa che non mi diverte non ha senso…lo faccio tutti i giorni a lavoro…quindi…ringrazio il noguera pallaresa, non accetto e gioco il Jolly…passerò il pomeriggio a dormire….va benissimo! All’imbarco un altro ermanno spagnolo dice è bello tranquillo…appena parti c’è solo un sifone sulla destra ma vai tranquillo…ma vai tu tranquillo a fare in culo scemo! Ho detto GIOCO IL JOLLY stronzo!!!!!
Gli altri poi mi hanno raccontato che è stata una cavalcata unica piena di buconi e ondoni gransissimi…il cosiddetto fiume Pasquale!
 
Si decide di pernottare in un campeggio..finalmente la prima doccia della settimana! Anche questa meriterebbe una descrizione ma la evito…una goduria…ho apprezzato l’invenzione del sapone e dell’acqua calda….ahhhhhh…mutande pulite e contenuto delle mutande pulito finalmente!
Noguera Pallaresa altissima: Noguerapallaresa alta è credo un V continuo davvero…roba da pazzi…decidiamo di andare ancora più in alto li dove osano le aquile…ci ritroviamo in un parco nazionale protetto dove ci sono i cavalli liberi e dove i ghiacciai dei pirenei si sciolgono per alimentare i fiumi….si vedono dei nevai che entrano nel fiume…posto fantastico..verde natura pace e tranquillità! La valle non antropizzata richiede di non usare veicoli ovviamente e quindi cosa si fa? Imbarco a piedi…5 km con canoa in spalla per poter pagaiare in mezzo ai ghiacciai e all’erba profumata! La discesa scorre tranquilla…per fortuna….un bagno avrebbe voluto dire acqua gelida…ghiaccio appena sciolto…brrrr….allo sbarco Otto che non ricorda dove è lo sbarco parte davanti a tuttilì dove inizia il tratto di V….sbarchiamo tutti al volo per dirgli di non andare ancora avanti e cerchiamo di rincorrerlo con la corda in mano…per fortuna non vedendoci arrivare si è fermato subito dopo la prima rapida ad aspettarci…lo vedo dalla strada scendo a chiamarlo e gli dico Otto lo sbarco era 200 m prima…lui risponde ah già vero non me lo ricordavo!!!!
 
TET:
Il nome sembra il preludio di qualcosa di bello…ma in realtà è un fiume che a giudicare dalla strada, dalla descrizione e sotto un bel diluvio sembra bello cazzuto e l’acqua è anche marrone…ancora una volta non mi sento sicuro…e soprattutto ho paura che se vado a bagno posso mettere a repentaglio anche la sicurezza degli altri per un eventuale recupero…anche questo fiume è in gola e le pareti sono erte…l’acqua corre…non vedo grossi laghetti per recuperare il materiale…e poi c’è la soglia cattiva….va benissimo così sono appagato dell’esperienza fatta fin qui…decido di non entrare….ringrazio la Tet e gioco il Jolly! …decido di chiudere la spedizione un giorno in anticipo! Faccio il recupero agli altri! Mi dicono “aspettaci all’imbarco che c’è una città fortificata da visitare guarda qualche posto per mangiare e festeggiare la fine della spedizione noi arriviamo”…”ok! “ dico. Vado su ma la città fortificata la visito in 20 minuti scarsi dopo ci sono soltanto negozi di souvenir per turisti! Decido di andare allo sbarco…dopo circa 1 ora vedo arrivare Perondi e Claudino arrivare di corsa mi dicono che sono dovuti uscire in corda qualche km a monte a causa della soglia mortale! Si cambiano saltano su in macchina e andiamo nel punto dove sono usciti e dove ci sono ancora Otto e Mike…li vedo abbastanza provati…giacche ad acqua sporche di fango e mani sanguinanti per i rovi…bhè non male! Fine della spedizione col botto! Meglio così!!!!Nessuno si è fatto male!
 
Conclusioni:
Spedizione fantastica sotto i punti di vista…fiumi bellissimi emozioni adrenaliniche e favolose!
I compagni di viaggio unici ci siamo proprio divertiti e sempre pronti a sparare cazzate (vedi donna bergamasca, e manovale bergamasco che lavora col meridionale)!
Consiglio a tutti di provare un’esperienza del genere!
Alla prossima!
Peppe

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10-19  

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

Vecchio Forum
(1 Ottobre 2006 - 23 Agosto 2009)