FORUM

Se hai dubbi contatta il responsabile
SALVATORE -


www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10-19  

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

WEEKEND IN FIUME (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
13 ottobre 2013 - 19:48
Msg #6764

Solo
messaggi
PASQUALE

Bellissimo weekend tutto dedicato al fiume!!

Sabato discesa del Brembo, tratto da San Pallegrino a Zogno insieme a Rino, Fede, Mirco, Duilio e Gabriele (Banzai) + un ragazzo di Addasette di cui non ricordo il nome!!

Altri amici invece optano per il Droanello.

Domenica si ripete ma si raddoppia. Fatti entrambi i tratti: da San Giovanni Bianco a San Pellegrino e poi da qui fino a Zogno. Eravamo un bel gruppone. Del CFM eravamo io, Andrea, Peppe, Kap e Otto. Poi c'era l'immancabile Totò, poi la stessa persona di sabato di cui continuo a non ricordare il nome, e più altre due coppie, oddio i nomi proprio non me li ricordo, ma erano tutte facce note!!

Bella discesa. Da segnalare la buona prova di Andrerock con il canoino da gioco appena preso, rotolava spesso a testa in giù nelle rapide, ma si rialzava sempre!!  .

PS: Aspettiamo notizie e filmati del Droanello!! So che ci sono varie chicche da vedere!!

R: RADUNO VARA 26-27 OTTOBRE (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
10 ottobre 2013 - 21:56
Msg #6745

Solo
messaggi
PASQUALE

Si, molto belle le gole..... e poi fatte insieme al mitico Francesco Bqlducci!! :-) Dai, più avanti ci organizzeremo per il Vara.....

DISCESA BREMBO?? (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
10 ottobre 2013 - 19:27
Msg #6740

Solo
messaggi
PASQUALE

Questo weekend il Brembo promette bene. Chi ha voglia di una discesa? Sabato o domenica. Fatemi sapere. Vanno bene però anche destinazioni diverse!! 😊😊 Purché si vada in canoa! 😊

R: LA TRAGEDIA DEL VAJONT (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
9 ottobre 2013 - 17:31
Msg #6726

Solo
messaggi
PASQUALE

È molto bello quello che ha ricordato Mike. Voglio permettermi di suggerire, a chi non lo ha mai visto, la visione de "Il racconto del Vajont", un'opera teatrale di Marco Paolini. È illuminante.

R: PARLIAMO DI ABBIGLIAMENTO (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
8 ottobre 2013 - 08:36
Msg #6715

Solo
messaggi
PASQUALE

....e insieme ai calzini in neoprene non dimenticare un paio di scarponcini, sempre in neoprene. Tranne la giacca d'acqua, puoi comprare tutto da Decathlon. Hai una buona qualità a un costo contenuto. Pasquale

R: SPAZIO DACQUA VIVA !! (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
30 settembre 2013 - 10:49
Msg #6680

Solo
messaggi
PASQUALE

Andrea ha raccontato il primo giorno. Io racconto il secondo giorno. Durante la notte dormiamo con il ticchettio della pioggia sulle trappeur tende, ci svegliamo e ci ritroviamo davanti una giornata completamente diversa dal sabato. Cielo grigio e pioggia. Lory purtroppo ha la febbre e decidono di tornare a Milano. Partono dunque Andrea, Lory e Peppe. Rimaniamo io, Totò, Cinzia, i due cassanesi e i due dell'Alpilayak. Ci imbarchiamo verso le 11 e usciamo alle 14.15!! La bellezza del percorso è che è ad anello, arrivati allo sbarco ci sono appena 50 metri per ritornare all'imbarco. Dunque assolutamente nessuna fatica. Totò e gli altri usano il campo slalom soprattutto per giocare tra le onde, ma per fare questo bisogna avere l'eskimo al 100%. Io percorro il campo slalom cercando di prendere quante più morte possibili. In questa maniera il percorso diventa molto tecnico e divertente. Nella giornata di domenica, sempre sotto la pioggia, l'abbiamo percorso per ben 5 volte e ci siamo davvero divertiti. Siamo usciti che eravamo sfiniti! E tutta la stanchezza delle ore passate in acqua nel weekend si stanno facendo sentire ora!!! Concludendo, il campo slalom è bellissimo, il posto è davvero stupendo. Per dormire si spende pochissimo. Il viaggio è quello che incide di più, sia in termini di tempo che di costi. Merita comunque andarci. Ora aspettiamo i filmati di Andrea!

SERVIZIO ASSISTENZA USATO! (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
20 settembre 2013 - 17:50
Msg #6646

Solo
messaggi
PASQUALE

Nel mese di Maggio di quest'anno acquistai un kayak direttamente dalla casa costruttrice. Dopo pochi giorni me lo spedirono direttamente a casa tramite corriere. La canoa, pur avendo un solo anno di vita, ha parecchi segni sullo scafo a causa dell'intenso uso che ne è stato fatto. La settimana scorsa mentre sistemavo alcune cose nel garage noto, in corrispondenza della vite che fissa il longherono posteriore, un segno decisamente più evidente degli altri. Mi avvicino e si tratta proprio di un bel taglio a croce della lunghezz di 2-3 cm. E' proprio una spaccatura. E vengo preso dalla rabbia e dallo sconforto. La canoa è rotta. E adesso che faccio? Si può aggiustare? Mi viene in mente che durante le ultime discese di questa estate sul Lao notavo sempre una eccessiva presenza di acqua dentro la canoa, a cui però non avevo dato particolare importanza.

Il giorno dopo, ma giusto così, invio una email all'azienda costruttrice che me l'ha venduta, raccontandogli del taglio. Con mia grande sorpresa ricevo risposta dopo meno di un'ora, non mi chiedono assolutamente nulla dell'origine del taglio (nel frattempo un'idea abbastanza precisa me la sono fatta) e, con altrettanta grande sorpresa, mi prospettano diverse soluzioni a costo più o meno zero stando sull'usato, e anche una soluzione sul nuovo con relativo scomputo di quanto da me già pagato, e con un forte sconto sul prezzo di listino. Ci penso su per un giorno, e considerata la cifra modesta da esborsare, decido di andare sul nuovo. Dopo 3 giorni mi inviano una canoa nuova di zecca.

La canoa che ho preso, stesso modello della precedente, ma completamente ridefinita, appartiene a quelle nuovssime a due colori (la mia è rosso/blu). E' molto bella. Ed è ancora incefalonata. Il prossimo week la userò intensamente in Francia!!

Ci tenevo a segnalare tale vicenda, al fine di evidenziare la professionalità e la serietà dell'azienda nel servizio assistenza, anche sull'usato.

R: CAMPO SLALOM PER IL CFM!!! (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
19 settembre 2013 - 12:03
Msg #6635

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PASQUALE

Bene bene!! Allora se tutto procede come deve, avremo un bel campo slalom dove affinare la nostra tecnica!! Davvero bello. Un grazie a Nunzio e a tutto il direttivo!!

KAYAK IN CALABRIA! (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
31 agosto 2013 - 18:26
Msg #6544

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PASQUALE

Bravo Andrea!! Gran bel lavoro di montaggio!! Sono stati 10 giorni bellissimi!

R: LA LEGGENDA DEL CANOISTA SULLA ROCCIA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
30 agosto 2013 - 14:19
Msg #6540

Solo
messaggi
PASQUALE

.... di immagini del canoista sulla roccia non ne esistono.... è solo una leggenda.... esiste nei racconti orali.... e in qualche scritto apocrifo... chissà se è vera o meno.... si sa però con certezza che ogni imbarcazione gonfiata ad aria che passa da quelle parti indica ai propri passeggeri quella roccia, come la roccia sulla quale un giorno apparve misteriosamente un canoista...

Altre immagini e video della LAOIADE appariranno invece a breve su queste pagine, a illustrare il cammino e il percorso della fatina e degli gnomi..... già qualcosa la si può vedere nella galleria dedicata al LAO...... ma molto altro arriverà, e so con certezza che uno degli gnomi che rincorreva la fatina ci sta lavorando assiduamente.....

R: LA LEGGENDA DEL CANOISTA SULLA ROCCIA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
30 agosto 2013 - 10:57
Msg #6538

Solo
messaggi
PASQUALE

... però da alcuni scritti aprocrifi ritrovati recentemente si racconta anche che in quel tempo, e in quel fiume così selvaggio chiamato LAO, si aggirava una graziosa, gentile e bella fatina con 6 occhi puntati sempre su di lei... erano i suoi gnomi. Un bel giorno, però, in quel tremendo passaggio del fume chiamato CHIOCCIOLA (in una strana e complicata scala la classificano come IV), la fatina improvvisamente è avanti a tutti.... con tre macchie sparse sul fiume... canoa da una parte, pagaia dall'altra e fatina da un'altra ancora e percorrere il fiume a nuoto.... e tutti i suoi gnomi a rincorrerla.... uno gnomo però si è fatto catturare dalla chiocciola pure lui.... e dietro non aveva nessuno.... e così mentre la canoa e la pagaia proseguivano il loro cammino....  è nata la leggenda del canoista sulla roccia... sulla roccia a fare l'autostop alle imbarcazioni gonfiate ad aria.... questo raccontano gli ultimi scritti apocrifi ritrovati recentemente......

R: LA LEGGENDA DEL CANOISTA SULLA ROCCIA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
30 agosto 2013 - 10:32
Msg #6537

Solo
messaggi
PASQUALE

....... e per secoli e secoli ancora la leggenda del canoista sulla roccia sarà sempre ricordata da chiun....... quella roccia oramai ha un nome....

VACANZA SUL LAO (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
26 agosto 2013 - 17:24
Msg #6529

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PASQUALE

Io, Andrea e Lory, 10 giorni intensi sul fiume Lao. Un paio di discese con la partecipazione di Totò, una discesa sul tratto basso anche con la Paoletta. A breve report, foto e video. Intanto un piccolo assaggio di un bel passaggio!! Fiume bellissimo. Peccato solo che la vacanza sia terminata!!

WEEKEND SUL LAO (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
22 luglio 2013 - 00:01
Msg #6444

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PASQUALE

Weekend di fiumi per il CFM, il bel report di Fede passato in Valsesia con Rino, Mike e il grande Totò (la cosa straordinaria di Totò, secondo me, è che gli piace portare la gente in fiume) poi altri amici ancora sulla Soca, aspettiamo i loro report, e anche il mio bel weekendone passato sul Lao (Parco Nazionale del Pollino).

Due discese venerdì, due sabato e due domenica (direi non male), sempre tratto medio. Per il tratto alto aspetto Andrerock e Lory che mi raggiungeranno dopo ferragosto e lo faremo più volte guidati dall'immancabile Totò, si, sempre lui, l'uomo della Valsesia, lo stesso che fa fare il salto di Piode a Fede. Dove ci sono bei fiumi lui c'è!  

E Totò è anche l'uomo del Lao; ci ha già organizzato le discese che faremo sulla parte alta del Lao, ma non solo sulla parte alta, poi giù giù giù fino al mare.... sempre via fiume, in più giorni, con grigliatona tra un tratto e l'altro!
Posto un video con alcuni passaggi del tratto fatto questo weekend. Ero solo in canoa e seguivo i miei amici coi gommoni, e non solo mi tenevano d'occhio ma mi hanno anche filmato, mi portavano su all'imbarco coi loro mezzi, e allo sbarco sempre coi loro mezzi andavamo in paese! Non male vero? Se a qualcuno viene la curiosità e la voglia di scoprire il Lao, si faccia vivo!!!
E da domani fino al 7-8 agosto solo mare sul Gargano!
Poi di nuovo Lao, insieme a Lory, Andrerock e il grande Totò (e anche un pò di mare) fino a fine agosto!!!! Bella estate!!!! 
 

R: GRIGLIATA MARTEDI 16 LUGLIO (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
16 luglio 2013 - 10:53
Msg #6423

Solo
messaggi
PASQUALE

Dal sole, dal mare e dai fiumi della Calabria una buona grigliata a tutti voi. Vi penserò!! 😎😎 E venerdì, sabato e domenica tre giorni di full immersion nelle limpide e tumultuose acque del Lao! 😆😆 Qualcuno vuole raggiungermi???? 😅😅😅

R: WEEK-END IN VALSESIA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
16 luglio 2013 - 10:46
Msg #6422

Solo
messaggi
PASQUALE

Bellissimo report Fede. Le parole che hai usato per descrivere ie tue emozioni liberavano nell'etere sprazzi infiniti di felicità. Leggendo il tuo report ti immaginavo e ti pensavo come una creatura oltre confine che spicca il volo....

R: SOCA: GRAZIE! (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
9 luglio 2013 - 09:24
Msg #6375

Solo
messaggi
PASQUALE

Bellissimo weekend. Sensazioni:

1. La Koritnica non mi sembrava più quella dell'anno scorso. Quella del 2012 mi metteva tensone ad ogni rapida, questa del 2013 mi diveritva ad ogni rapida.

2. I miei sensi l'anno scorso percepivano l'ultima rapida della Koritnica come un qualcosa di difficiissimo, quest'anno è stato bello farla prendendo più morte possibili.

3. Fare il tratto delle cave senza mai essere spaventato dalle rapide, e senza mai avere la sensazione di non potercela fare, è stato meraviglioso.

4. Il terzo giorno sulla Koritnica essere davanti a tutti insieme a Nunzio ad aprire, con il compito anche di fare sicura nei passaggi più difficili, è stata una nuova ed istruttiva esperienza. Seguire però Nunzio e cercare di imitarlo nelle manovre e tentare di prendere tutte le morte che prendeva lui, è molto a rischio bagno, e infatti ne ho avuto esperienza diretta.

5. Nei tratti fatti non sentire la necessità di seguire pedissequamente qualcuno che ti fa le linee, è stata davvero una bella sensazione.

6. Non dover fare il recupero delle auto perché ci sono le nostre compagne-mogli-amanti a farlo, è impagabile.

7. Arrivare allo sbarco e non trovare le compagni-mogli-amanti.... e non sapere dove sono le chiavi della macchina... è una rottura.

8. Dopo lo sbarco mangiare un panino, bere una birra e cazzeggiare tutti assieme non ha prezzo. Claudino, Peppe e Mike sono dei maestri. Io mi aggrego a loro.

9. Andare da Alpin Action e percepre dentro di noi in maniera intensa la voglia di spendere del denaro a tutti i costi, boh, non so se è proprio normale.

10. La cena del sabato sera il prossimo anno la sposterei nella cittadina di Bovec.

Ultimo punto: Andrerock, Remo, Claudino..... aspettiamo i filmati!!!

Alla prossima!!

R: MOLLIA- (QUASI) PIODE DOMENICA 30 GIUGNO 2013 (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
2 luglio 2013 - 18:04
Msg #6343

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PASQUALE

Carletto, hai ragione sulla sicurezza in fiume. Sapere esattamente (e velocemente) cosa fare.  E l'altro giorno ho avuto piena coscienza di questo aspetto.  Ed è un peccato che quest'anno non si sia riusciti ad organizzare un corso di sicurezza. Ma non disperiamo, semmai a settembre, impegni tuoi permettendo, un bel corso si riesce ad organizzarlo!!  

R: MOLLIA- (QUASI) PIODE DOMENICA 30 GIUGNO 2013 (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
2 luglio 2013 - 14:17
Msg #6336

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
PASQUALE

... e perdincibacco lo dico anche io!! Dalla sequenza delle foto sembra che stia sempre a bagno!! Sono sicuro che è stato fatto apposta!! Invece quello fotografato è un UNICOOOOOO bagno!! Vatti a fidare di questi fotografi improvvisati che si fingono amici e  trasmettono messaggi sbagliati e fuorvianti!!

R: DISCESE SABATO E DOMENICA SCORSA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it

PASQUALE    
2 luglio 2013 - 01:35
Msg #6331

Solo
messaggi
PASQUALE

Allora... sono atterrato da un paio d’ore a Reggio Calabria... e leggo sul forum di questo ingrato compito che Rino mi lancia... il report di domenica sul tratto Mollia-Piode.
Diciamo che quando siamo partiti non era questo il tratto da fare. Dovevamo fare il tratto gara. E già per fare quel tratto avevo i miei bei grattacapi. Il gruppo è formato da me, da Mike il caposquadra, Rino il vice, Peppe il tuttofare e all’ultimo momento anche da Andrea rock!!
Arriviamo all’imbarco del tratto di gara e io spero che ci fermiamo lì. Andiamo a vedere la rapida di Balmuccia, l’avevo vista 10 giorni prima col livello a 1.20. Anche con il livello a 0,60 fa paura!! Ok la vediamo, scattiamo qualche foto ricordo e torniamo alle auto. Allora che si fa??? Mollia-Piode…. maledizione!!!!!! Arriviamo all’imbarco. Ci vestiamo. Io sono tesissimo. Facciamo un breve breefing, Mike dice che la rapida più impegnativa è la prima (la sera leggo su ckfiume che è un 4+). Andiamo a visionarla. Appena la vedo…. mi sembra cattivissima (lo è), e io non ho mai fatto una rapida così, e il primo pensiero che ho è quello di andare via. Stiamo a visionarla, Mike spiega come dovremmo farla. Mah… sempre più perplesso. Si decide l’ordine di partenza: Mike apre, poi Rino, io sulle orme di Rino, poi Andrea e Peppe che chiude. Peppe intanto va a piedi a valle della rapida a fare sicura. Parte Mike, tutto ok, poi Rino e ok, tocca a me, sono tesissimo, anche un po’ di paura, ma vado, supero i primi ostacoli, ma subito dopo mi incastro tra due sassi, non mi ribalto, sono in canoa, ma incravattato, con una gran massa d’acqua che mi viene addosso. Penso: iniziamo bene !! Sono fermo lì. Non so che fare. Però sono calmo, cerco di ragionare. Sulla riva sinistra arriva Peppe, mi lancia la corda, ma a me la manovra non convince, da come sono messo penso che se mi tira indietro mi ribalto di sicuro. Intanto noto che la canoa un po’ si muove, avanti a me vedo una buona lingua d’acqua. Penso che se riesco a prenderla bene riuscirò a girarmi e a portare la punta verso valle. Mi sforzo, cerco di muovere la canoa, mi aiuto con la pagaia. Mi “scravatto” da solo, cerco di dare più pancia possibile alla corrente che viene da monte, con la pagaia a valle come appoggio, mi giro, porto la punta a valle, scendo, sassi da tutte le pietre, la rapida è lunga, vari slalom da fare, cavolo sto arrivando alla fine, Rino mi indica la linea da tenere, oramai ci sono, siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…. ci sono…..  e riesco anche a prendere la morta a destra immediatamente dopo la rapida. Mi giro, la voglio vedere dal basso. La vedo, e non riesco ancora a crederci di averla fatta !! Rino e Mike mi guardano felici. Io sono ancora più felice. Ho fatto una rapidona come non ne avevo mai fatte in vita mia. Poi scende Andrea (sta diventando sempre più un vero kayaker) poi Peppe che oramai gli manca solo il pezzetto di carta di istruttore. Ok, è solo la prima rapida che abbiamo fatto, il percorso è lungo. Si scende, e cavolo… sto scendendo bene. Affronto le successive rapide con la giusta concentrazione e determinazione. Sono rapide toste, forse non come la prima, ma decisamente impegnative. Mentre scendiamo mi rendo conto di non aver mai fatto un fiume così impegnativo, così tosto. E’ continuo, non ci sono laghetti dove rilassarsi. Sono abituato a fiumi con rapide e ampi laghetti, tipo Taro, Trebbia, Brembo, ma questo è tutt’altra storia. Questo è un torrente che non ti da tregua.  Sono però contento. Sto scendendo bene. E soprattutto sono meravigliato di me stesso. Arriviamo a Campertogno… cavolo mi ribalto e vado a bagno (e neanche in una rapida vera) ma nel tratto tra le due rapide di Campertogno (quando il livello supero i 100, diventa un’unica rapida). Io raggiungo subito la riva, ma è la canoa che non raggiunge la riva. Si va a incravattare tra due massi. Proprio nel mezzo del fiume. Imbrachiamo Mike, lo teniamo con la corda e come un vero guerriero si lancia a nuoto verso la canoa, riesce a liberarla dai sassi, la aggancia e la tiriamo fuori. Ci viene il dubbio se tirare fuori anche Mike  o lasciarlo lì!! Ci pensiamo un po'!! Ok, lo tiriamo fuori !! Abbiamo perso un bel po’ di tempo. In questa circostanza mi rendo conto di non sapere nulla, ma assolutamente nulla, sulla sicurezza da tenere in fiume. Cosa deve fare l’uomo che è andato a bagno. Come imbracare una persona. Come lanciare la corda. Come agganciare la canoa. Non so nulla. E non va bene. E qui un invito al CFM. Perché non si organizza un bel corso sulla sicurezza?
Riprendiamo la nostra discesa (ah… nel frattempo anche il grande Andrea ha fatto un bagno!!!), mi dicono che ora le rapide sono meno impegnative, mah… a me non sembra proprio, le rapide sono sempre tostissime. Trovo una enorme soddisfazione quand termino la rapida a girarmi e guardarla dal basso. E ogni volta che le vedo dopo averle fatte… mi chiedo: ma come è stato possibile???
Ok, stiamo arrivando all’impraticabile di Rassa. E’ un tratto più o meno tranquillo. Vengo distratto da alcuni alberi sulla riva sinistra con dei fiori rossi. Cerco di capire che alberi sono…. si buonanotte…. intanto un masso mi ha preso e mi ha ribaltato!! Ma si può mai pensare agli alberi mentre si è in un fiume così impegnativo????? Ok, io raggiungo la riva senza tanti affanni, e la canoa???? La canoa si va a incastrare un’altra volta!! Io sono lì vicino, arriva Peppe con la corda, mi dice che mi imbraca e vado a prendere la canoa. Gli rispondo che non ne sono capace. E qui la mia totale impreparazione alla sicurezza in fiume. Ok, discutiamo sul da fare. Mike, Rino e Andrea sono sulla sponda opposta. Passano i minuti, non facciamo niente, e la canoa ci dice ciao!!!! Se ne va. E subito dopo c’è l’impraticabile di Rassa. Se finisce lì addio alla canoa. Non la recuperiamo più. La canoa va… non la vediamo più. Penso di averla persa. L’impraticabile di Rassa è proprio lì. Dobbiamo andare per forza sulla sponda destra, dove c’è già Mike, Rino e Andrea. Mi aggrappo alla canoa di Peppe e traghettando arriviamo dall’altra parte. Scendiamo sulla riva e camminando andiamo alla ricerca della canoa. La vediamo incastrata a pochissimi metri dall’impraticabile di Rassa. E’ un miracolo che non abbia proseguito la corsa. Il recupero non è semplice. E’ abbastanza difficoltoso e anche pericoloso. Pochi metri più a valle c’è l’impraticabile. Ok, recuperiamo la canoa. E’ Peppe che si imbraca e la va a recuperare. Siamo stanchi. Per arrivare a Piode ci vogliono ancora 800 metri. Ma c’è da fare un trasbordo piuttosto lungo e faticoso e decidiamo di terminare lì la discesa.
E’ stata una bella discesa. Sono contento. Sono stato soddisfatto. La più impegnativa che abbia mai fatto. Penso di aver portato a casa qualcosa di buono, di aver imparato qualcosa in più. Mike mi dice che se avessimo fatto il tratto di gara sarebbe stata una discesa più o meno tranquilla ma non avrei appreso delle nuove cose.
Ho notato che dopo aver fatto delle cose impegnative tendo a rilassarmi, e a distrarmi. E in fiume non bisogna mai rilassarsi, anche quando si crede che i passaggi possano essere semplici. Tendo a guardare troppo la punta della canoa, e invece devo guardare un po' più lontano della punta. Nei tratti che reputo semplici o comunque più facili di quelli già fatti perdo la con centrazione. E ne è testimonianza che i due bagni li ho fatti non nei tratti difficili, ma in tratti relativamente sempplici.
Mi sono anche reso conto della mia inadeguatezza alla sicurezza in fiume. Penso che quando si inizia ad affrontare già un terzo grado continuo, bisogna anche sapere perfettamente come si imbraca una persona, come si fanno i nodi, come si aggancia la canoa, come si lancia la corda e cose di questo genere. Sono importanti allo stesso modo di come saper fare alla perfezione un colpo spinta e un aggancio per entrare in morta. Grande gruppo: Mike, Rino (mi ha disegnato tutte le linee), Peppe, Andrea. Alla prossima. E cioè la Soca!!! Venerdì, sabato e domenica!!! Vai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10-19  

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

Vecchio Forum
(1 Ottobre 2006 - 23 Agosto 2009)