FORUM

Se hai dubbi contatta il responsabile
SALVATORE -


WEEKEND IN CALABRIA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it www.canoamartesana.it

PASQUALE    
19 maggio 2016 - 13:23
Msg #9651

Solo
messaggi
PASQUALE

L'obiettivo era quello di fare tre fiumi diversi: il Noce, il Faraone e il Lao.
 
Gruppo compatto, formato da 7 persone. Dei tre solo il Faraone non ho mai fatto, è un fiume difficile e a dir la verità ero intenzionato a fare solo la parte bassa.
 
Arrivo sul posto (Papasidero) giovedì sera. Problema numero 1: acqua non ce n'è. La mattina, gli altri (provenienti da Napoli e e Salerno) rinunciano per mancanza d'acqua. Tutti i fiumi della zona sono secchi. Rimaniamo i locali, un po' delusi per la mancanza d'acqua.
 
Rimane il Lao da fare (è un fiume carsico dove l'acqua c'è sempre), ma il livello è bassino, come ad agosto. Vabbè, meglio di niente. Comunque discesa divertente: io, Giulio e una guida argentina.
 
Il pomeriggio inizia a piovere, sempre di più. Ci svegliamo il sabato mattina con il Lao bello pienotto. Cerchiamo di contattare gli altri ma oramai hanno preso altri impegni. Però la sera ci raggiungono Marco Guerrieri e Luigi Vespoli. La discesa è stata bella, adrenalinica, con un livello del Lao che non avevo mai visto prima. Fiume decisamente diverso. Acqua più dura. Buchi da evitare.
 
Durante il giorno piove sempre. La sera arrivano gli altri due, l'obiettivo è di provare a fare l'Abatemarco, fattibile solo dopo abbondanti piogge. Ma nella notte viene giù tanta di quell'acqua che ha imballato tutto. Tutti i fiumi della zona imballati. Ci svegliamo con il Lao che trabocca acqua da tutte le parti. Giulio dice: "si può fare". Io gli rispondo: "Ma tu sei matto". Anche il Vespolaccio dice che si può fare, il Guerriero si aggrega, e alla fine non posso che aggregarmi anche io.
 
Ragazzi.... ora so cosa significa cavalcare un fiume!! Una discesa incredibile. Acqua violenta che ti arriva da ogni parte. Buchi di cui non si sospettava l'esistenza che ti appaiono ad ogni 10 metri. Ok, non si ha il problema dei sassi. E poi i punti di riferimento, tutti scomparsi, la piccola piramide non c'è più, tutta coperta, il passaggio del massone senza massone, la calamita scomparsa, la pietra di Tito che ci fa volare. Insomma una discesa come non l'aevo mai fatta.
 
Sono partito tesissimo, ma poi pian piano ho preso confidenza con la corrente del fiume. Il problema principale era quello di evitare di andare a bagno. Con quel volumone il recupero diventa davvero complicato. E si rischia di fare un gran brutto bagno. fortunatamente invece è andato tutto bene.
 
Se ne avete voglia, gustatevi il video in galleria.
 

R: WEEKEND IN CALABRIA (Sezione GENERALE)

www.canoamartesana.it www.canoamartesana.it

PASQUALE    
20 maggio 2016 - 12:41
Msg #9657

Solo
messaggi
PASQUALE

Nel senso che vi apro il bagagliaio dell'auto per prendere la roba asciutta quando arrivate allo sbarco?

Vecchio Forum
(1 Ottobre 2006 - 23 Agosto 2009)