FORUM

Se hai dubbi contatta il responsabile
SALVATORE -

FORUM


VISUALIZZAZIONE

Postati solo da CINZIA

Ricerca


www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10-19  

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

R: BREMBO INTEGRALE

www.canoamartesana.it

CINZIA    
14 giugno 2013 - 15:55
Msg #6245

Solo
messaggi
CINZIA

Andrea!!!!! ROCK! Pensavo che nel gruppetto brembo ci fosse Andrea Padrone forse perchè lo associo automaticamente al Brembo. Poi perchè non tengo più conto di chi gironzola per fiumi IN SETTIMANA ANZICHE' LAVORARE! OH?!?!?!?! L'unico giustificato qui (per ora) è Federico!

Cmq....adesso che so che il secondo guerriero Bergamasco eri tu AH! AH! AH! MI VEDO SI la faccia delle trote ma non davanti alla tua Fluid ma davanti alla TUA DI FACCIA!!

MOLLIA SCOPELLO - 13-GIUGNO2013

www.canoamartesana.it

CINZIA    
14 giugno 2013 - 11:15
Msg #6239

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Wao! Complimenti !

R: BREMBO INTEGRALE

www.canoamartesana.it

CINZIA    
14 giugno 2013 - 11:11
Msg #6238

Solo
messaggi
CINZIA

Quest’anno mi pare che il cfm si stia davvero impegnando per fare il salto di ‘qualità’ in fiume. Ognuno sperimenta tratti nuovi  cercando di spostarsi su gradi differenti:  per chi già va in canoa da qualche tempo i primi passaggi di IV o i primi salti di Piode o i primi tratti continui di IV e per chi in canoa ci va da poco: i primi tratti di III i primi eskimi in corrente i primi assaggi con livelli d’acqua un po’ più alti e magari su percorsi nuovi..

E poi le prime spedizioni e ancora …i corsi di perfezionamento, quelli da istruttori!

E finalmente un forum vivo che ‘racconta’ di esperienze ed emozioni! Per tutti uno stimolo in più.

Ho letto il report del Brembo  e faccio i complimenti a Pasquale che si è lanciato nella sua impresa !

Ho visto le foto e i filmati della serale su Mollia-Scopello con un livello consistente dell’acqua.

Sono convinta che la serale sia stato il vero esordio per chi fino ad oggi fremeva all’idea di mettersi seriamente in fiume mettendo alla prova tutta la preparazione affrontata con impegno fino ad oggi. Mi riferisco chiaramente a Federico in cui ho sempre personalmente creduto e in cui ho notato una spiccata predisposizione verso questa attività. Lo stile e le potenzialità spaziano a 360° gradi sia nel play che nella discesa dove lucidità e determinazione si affiancano ad una tecnica davvero buona. Ora credo sia solo l’esperienza e l’iniziativa personale che farà il resto. 

Buone discese e buon divertimento a tutti!

R: ISTRUTTORE FLUVIALE

www.canoamartesana.it

CINZIA    
10 giugno 2013 - 16:46
Msg #6221

Solo
messaggi
CINZIA

Complimenti a Rino per aver conseguito un titolo portato a casa con impegno, fatica e in condizioni (climatiche) non delle migliori viste le temperature e i livelli del primo week end sommate alle piogge di ieri. Bravo.

MOLLIA-PIODE PIODE-SCOPELLO

www.canoamartesana.it

CINZIA    
4 giugno 2013 - 15:35
Msg #6191

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

...magari aggiungo qualche mia riflessione. Ma al momento il mio pensiero va alla famiglia di Elena. Ad una vita stroncata, al marito che dovrà necessariamente assimilare quanto accaduto e al figlio..................

R: VALSTAGNA

www.canoamartesana.it

CINZIA    
3 giugno 2013 - 14:00
Msg #6186

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Bè mi pare che vi siate divertiti alla grande nonostante il tempo e i livelli d’acqua! E questo è un ‘obbiettivo grandiosamente raggiunto’ direi. Per quanto riguarda il tuo allenamento direi che non è poco mettersi in campo in quelle condizioni e soprattutto, l’allenamento degli eskimi in corrente, bè devo assolutamente ricominciare anche io!

R: HA GIUDICATO! RIPARO LA PUNTA DELLA CANOA....

www.canoamartesana.it

CINZIA    
28 maggio 2013 - 14:24
Msg #6161

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Il catino...tu ridi! Io quando l'ho visto ho detto "mamma ...cos'e' quel robo?!?!?!" 

HA GIUDICATO! RIPARO LA PUNTA DELLA CANOA....

www.canoamartesana.it

CINZIA    
28 maggio 2013 - 11:54
Msg #6155 ◊ REPORT

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

GIUSTO perché tutto fa esperienza…beh questa la devo proprio raccontare.
Il limentra ha lasciato il suo segno …sulla punta della mia canoa! Già li mi dicevano : “tranquilla acqua bollente e vedrai che torna nuova” qualche suggerimento in facebook “tranquilla, phon industriale e torna nuova” (mmmm intanto meno male che hanno specificato ‘industriale’ già mi vedevo con il mio phon da barby a riassorbire la punta! Ma il phon industriale…mmmm…non mi convince forse è un tantino pericoloso come minimo, laddove non è riuscito il limentra sarebbe riuscito il phon industriale a generare un bel foro nella punta della mafia). CHIAMO MATTEO, lui è un grande e mi da consiglio “buttaci acqua bollente e sentirai subito un “blooof” per la botta che si riassorbe”.
Insomma ha giudicato VADA PER L’ACQUA BOLLENTE.
Ma qui inizia il mio dilemma: ok! Acqua bollente in punta ma ovviamente dovrò togliere il punta piedi MA per togliere il punta piedi devo togliere il longherone MA LE VITI sono spannate e il longherone COL CAVOLO che lo levo…decido dopo 2h di tentativi per smontare la canoa di ….lasciare tutto dentro e spostare semplicemente il punta piedi! (non vi sto a raccontare gli smadonnamenti e la frustrazione di sabato per – brugole mancanti e svitaggi di bulloni resistenti alla forza di Maciste – e pappagalli dalla testa troppo grossa per svitare il tappo del seggiolino anche lui sigillato manco dovesse camminare quel seggiolino nella canoa! ) ho pensato “ALE’ ANDIAMO BENE ! Questa doveva essere la parte più facile!” Ok…in effetti lo è! Basta fregarsene e lasciare tutto dentro.
Ieri le previsioni davano ultima giornata di sole per la settimana! QUINDI dal momento che il lavoro andava fatto all’aperto , saluto i colleghi , mi prendo 2ore di permesso e …..mi ingegno su come procedere:
1-       Abito al 3° piano senza ascensore: se porto su e giù pentole di acqua bollente rischio ustioni di 1° grado. Decido di andare a casa dei miei che abitano al 1° piano
2-       La canoa va sollevata e lasciata penzolare a modi merluzzo con dentro l’acqua, ovviamente immagino, evitando di appoggiare la punta a terra: bella li! DOVE L’APPENDO quel popò di canoa?!?!!
3-       Decido di appenderla al balcone dei miei. Fissandola alla ringhiera (sperando di non tirar giù la ringhiera). Mentre andavo a casa per recuperare la canoa e portarla dai miei mi dico: per lavorarci bene dentro e ravanarci con il legno e riempire di acqua la canoa…che peserà a quel punto una cifra.. devo trovare un modo comodo e pratico! Vado in cantina e recupero: imbragatura da montagna – corda – moschettoni (ma quanti ne avevo?!?!) – cordini per nodi vari e ……mi dico….
“da sola mica posso far tutto!!” (“sorrisone …mio padre! …. “) Poi penso (“no no meglio mia madre!”) telefono le dico di mettersi in tuta che sarei arrivata a momenti. Lei : “e perché in tuta?”
Io: “non ti preoccupare! Fidati!”
4-       Arrivo preparo imbrago, faccio nodi, attacco canoa, tiro la corda sul balcone tutto pronto per iniziare…ma …meglio far le prove con mia mamma…la imbrago le faccio vedere come deve rilassarsi (ma è titubante e non si rilasserà molto) poi inizio: sollevo la canoa dico a mia mamma di spostarsi e tirare la corda, lei povera non capisce esattamente e stava disfando il nodo “NOOOOO” insomma riusciamo ad impostare e sollevare in parte la canoa, corro su prendo pentoloni e inizio a buttar dentro acqua…poi solleviamo bene.. torno su prendo bacinella e ci puccio la punta della canoa con ovviamente acqua…poi ravano con il legno.. insomma dopo un paio d’ore…con i vicini di casa che ridevano per mia mamma e mio padre che si affacciava preoccupato con due occhi a palla dicendo ‘ma state attente! Ma state attente! MA COS’HAI FATTO ALLA MAMMA!!” alla fine…all’alba delle 19 (dalle 17 che abbiamo iniziato) curiosa come una bambina che si presta a spacchettare i doni di natale…guardo la punta e dico…OH CHE CAZZ! Non è successo nulla! MAH!
5-       Mia mamma a quel punto iniziava a cedere e dice : “basta! Basta! Slegami!!!”
6-       La slego e rimetto tutto a posto e …foto alla canoa.
7-       In realtà il risultato si vede eccome! Non si è totalmente riassorbita la botta ma sono contenta perché l’ammaccatura in parte è rientrata e poi , vuoi mettere, il divertimento e le risate fatte ieri ! Ora  …con un secondo tentativo ..magari cerco di completare l’opera.

CFM IN FESTA!

www.canoamartesana.it

CINZIA    
28 maggio 2013 - 11:09
Msg #6154 ◊ REPORT

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Ieri è stata una giornata molto bella. Oltre al sole (questo sconosciuto!) la festa è stata un'occasione per condividere momenti a chiacchierare piacevolmente e scherzare ..oltre che mangiare.

Devo davvero fare i miei complimenti ai cuochi, fantastici! Il ragù di Nunzio, preparato con cura la sera prima e portato a termine ieri mattina, il risotto di Luigi, la grigliata  e le torte di Marcello bè sono state davvero eccezionali! Riuscire a preparare un pranzo per tante persone garantendo una cottura perfetta e una qualità del cibo davvero buona ..non è da tutti ...ma anche il questo il CFM si ..distingue   

Mi sento comunque sempre in dovere di ringraziare i cuochi, innanzitutto, perchè la preparazione richiede impegno e sbattimento di cui nessuno può rendersi davvero conto finché non ci si 'cimenta' almeno una volta. E... davvero, non è cosa da poco. Chi si è calato nel ruolo di 'cuoco' si è anche prestato a preparare tavoli, gazebi, aperitivi e ,non ultimo, sistemare al termine della festa...tavoli, griglia e quant'altro. Quindi, grazie ragazzi!

Poi la festa si è spostata sul naviglio dove ho visto tanti bambini persi nei loro giubbottoni e accompagnati per un bel giro in cana.

Anche qui, è doveroso ringraziare chi si è reso disponbilie per l'accompagnamento e soprattutto ai rinforzi che si sono improvvisati per dare una mano viste le richieste da parte delle persone.

CLAUDINO sei un mito TU NON SAI PERCHE' ...ma io, Mike, Stefania e Enza, Raffa che abbiamo assistito  al tuo 'relazionarti' con un papà ed il suo bambino.........AH! AH! AH! ecco credo tu sia più adatto al naviglio che al gazebo!  

Poi bè ci spieghi com'e' che tutti portavano bimbi e bimbe....e tu....le mamme????

Cmq. bella festa! Grazie.. appena riesco carico le foto.

R: PIRENEI 2013

www.canoamartesana.it

CINZIA    
27 maggio 2013 - 11:43
Msg #6146

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Non posso non commentare il report di Beppe. Intanto gli faccio tutti i miei complimenti per la grinta con cui ha affrontato la spedizione. I fiumi discesi non erano banali e in fondo anche reggere una settimana consecutiva in fiume non è banale almeno per chi affronta per la prima volta simili esperienze. Personalmente sono convinta che mettersi in acqua generi tensione specie se non si conoscono i tratti e specie se i livelli sono più ‘consistenti’ e specie se il fiume porta difficoltà oggettive...se poi sei all'estero ..ancora di più. La tensione si sa brucia più energie di quanto un canoista vorrebbe spendere prima di affrontare una discesa. Certo, al rientro dal giro si portano a casa esperienze e soddisfazioni, certamente anche una carica in più che permette di rafforzare in parte la propria auto-stima. Quindi le spedizioni sono assolutamente un aiuto per migliorare sia dal punto di vista canoistico sia dal punto di vista relazionale permettendo di  consolidare i legami con i compagni con cui condividi l’ esperienza, sempre che ovviamente il tutto si svolga in un clima di serenità. E sono certa che sia andata così visto i visi sorridenti, soddisfatti e le cazzate che sparavate nei tempi di relax. Beppe si è mostrato perfettamente all’altezza del giro sia come canoista che come intrattenitore  è una barzelletta continua che rende piacevole le giornate. Ma conoscendo il resto del gruppo bè.. c’è da fare a gara sotto questo aspetto! Cosa diavolo stava facendo Otto mentre annaspava freneticamente in quel campo di grano? Con quel casco ..sembrava un marine in preda a raptus di follia!
Più che mai il forum si sta arricchendo di esperienze, ripeto non importa quale fiume o lago si stia affrontando, se le difficoltà sfiorino il V grado o se risultino piacevolmente di II. Aggiungo che non necessariamente un report debba riferirsi ad una discesa in fiume, sarebbe sicuramente interessante se riguardasse anche un giro in MTB o in una scalata in montagna o quant’altro. Gli stati d’animo e le difficoltà modellano il carattere di una persona indipendentemente da quale situazione stia affrontando. Anche (e ancora di più) il gusto della ‘ricerca’ di nuovi tratti, di nuovi spot costituiscono un valore aggiunto. Insomma lo scambio risulta utile e il forum è il posto migliore per condividere informazioni che rimangono poi a disposizione di tutti.

FESTA CFM 2013!

www.canoamartesana.it

CINZIA    
27 maggio 2013 - 10:57
Msg #6145

Solo
messaggi
CINZIA

Ieri è stata una giornata molto bella. Oltre al sole (questo sconosciuto!) la festa è stata un'occasione per condividere momenti a chiacchierare piacevolmente e scherzare ..oltre che mangiare.

Devo davvero fare i miei complimenti ai cuochi, fantastici! Il ragù di Nunzio, preparato con cura la sera prima e portato a termine ieri mattina, il risotto di Luigi, la grigliata  e le torte di Marcello bè sono state davvero eccezionali! Riuscire a preparare un pranzo per tante persone garantendo una cottura perfetta e una qualità del cibo davvero buona ..non è da tutti ...ma anche il questo il CFM si ..distingue   

Mi sento comunque sempre in dovere di ringraziare i cuochi, innanzitutto, perchè la preparazione richiede impegno e sbattimento di cui nessuno può rendersi davvero conto finché non ci si 'cimenta' almeno una volta. E... davvero, non è cosa da poco. Chi si è calato nel ruolo di 'cuoco' si è anche prestato a preparare tavoli, gazebi, aperitivi e ,non ultimo, sistemare al termine della festa...tavoli, griglia e quant'altro. Quindi, grazie ragazzi!

Poi la festa si è spostata sul naviglio dove ho visto tanti bambini persi nei loro giubbottoni e accompagnati per un bel giro in cana.

Anche qui, è doveroso ringraziare chi si è reso disponbilie per l'accompagnamento e soprattutto ai rinforzi che si sono improvvisati per dare una mano viste le richieste da parte delle persone.

CLAUDINO sei un mito TU NON SAI PERCHE' ...ma io, Mike, Stefania e Enza, Raffa che abbiamo assistito  al tuo 'relazionarti' con un papà ed il suo bambino.........AH! AH! AH! ecco credo tu sia più adatto al naviglio che al gazebo!  

Poi bè ci spieghi com'e' che tutti portavano bimbi e bimbe....e tu....le mamme????

Cmq. bella festa! Grazie.. appena riesco carico le foto.

R: PIRENEI 2013

www.canoamartesana.it

CINZIA    
25 maggio 2013 - 14:05
Msg #6143

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Eccolo finalmente! Lo aspettavo ed ero curiosa di sapere come fosse andato il giro! Anche se qualche accenno l'avevo già strappato a Claudino. I Pirenei l'anno scorso mi avevano fatto sognare e sono rimasti un sogno che magari si realizzerà più avanti. Sono posti stupendi non solo per i fiumi ma anche per l'ambiente e la gente. Vi siete saltati l'Aragona con il Gallego e affluenti, posto di micidiale bellezza! Un valido motivo per tornare. Avete comunque collezionato dei bei torrenti e belle esperienze peccato per il tempo che sembrava quasi sempre nuvolo..o era solo per l'orario proibitivo a cui vi imbarcavate?? Complimenti a tutto il gruppo per le belle discese. Fatte per la prima volta , quindi con l'incognita di cosa ci fosse in mezzo. La scalata finale bè..esperienza pesantuccia. A proposito!! I 5km a piedi con canoa in spalla...io non li avrei nemmeno presi in considerazione!!! Come minimo una volta arrivata all'imbarco mi sarei addormenata x la stanchezza. Nei tratti ho visto dei bei passaggi e il Noguera..grande fiume. Che volume! BEl report e bel filmato, l'unico 'neo' del video è quello di aver tagliato il pezzo della riparazione, poteva tornarmi utile! Grande ragazzi!

ATTENZIONE: PERICOLO TRATTO DI GARA DEL SESIA

www.canoamartesana.it

CINZIA    
23 maggio 2013 - 10:13
Msg #6123

Solo
messaggi
CINZIA

su CKFiumi segnalano la presenza di un tronco alla base dei due massoni dopo la rapida dell'Igloo!

http://forum.ckfiumi.net/index.php/topic,4397.msg16437.html#msg16437

R: RADUNO DEL LIMENTRA

www.canoamartesana.it

CINZIA    
22 maggio 2013 - 14:34
Msg #6118

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Ah!Ah! Beppe! Sei forte ma credimi e credetemi, l’ansia con cui ho affrontato le due discese non mi faceva proprio onore. Una cosa buffa è che per due giorni sono tornata al campo passeggiando in solitaria sulla strada. Il secondo giorno una simpatica signora mi guarda sorridendo e mi fa “Ehi! Hai sbagliato.. il fiume non passa di qui!”
Nei due giorni sono stata l’unica a passeggiare per strada tutta bardata e infradiciata
Leggete bene tra le righe: ovvio che con il mio modo di scrivere do enfasi (e certamente più del dovuto) agli eventi che si sono verificati ma vi invito a non leggere attraverso la mia ansia. Mi spiacerebbe se il report trasmettesse fondamentalmente ‘paura/ansia’ anche se di fatto forse è questo che ho trasmesso.
Quindi ora in modo obiettivo dico:
-        Se dovessi oggi andare a fare il Limentra anche con quel livello lo rifarei! Con un approccio diverso ovviamente!   Ispezionando le rapide e scendendo con la dovuta calma. Ma, ora che conosco il tratto, lo rifarei
-       Il Limentra non è più difficile del Brembo! E non è paragonabile al Mella. Certo ci sono i pericoli oggettivi e le difficoltà che accennavo ma tutto è trasbordabile comodamente. Tra un passaggio e l’altro ci sono molti tratti piatti. Il limentra di solito lo si fa con il barchino da gioco. Chiaro meglio imbarcarsi con un livello adeguato.
-        Anche con un rilascio di 40mc sul limentra vale assolutamente la pena andare specie se da noi i livelli sono proibitivi, questo perché la discesa viene spostata sul Reno tratto davvero facile e divertente, il raduno è molto bello, il posto è molto bello…il mangiare davvero buono. Non è un week speso male.
Per rispondere a Pasquale, di sicuro non saresti finito in nessun buco del limentra perché avremmo fatto certamente il Reno insieme  Ripeto, Totò non è uno sprovveduto anche prima di fare imbarcare me ha preferito verificare lui stesso.
Grazie x i complimenti sulla stesura dei report. Vi invito a fare altrettanto. Mi sta piacendo molto ultimamente il forum proprio per le sensazioni e i racconti  postivi che ognuno di noi pubblica.  

 

RADUNO DEL LIMENTRA

www.canoamartesana.it

CINZIA    
21 maggio 2013 - 19:45
Msg #6108 ◊ REPORT

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Già da anni rincorrevo il ‘sogno’ di andare al raduno del limentra. Sempre descritto come un raduno eccezionale, divertente e con un organizzazione eccellente. Confermo tutto! Il raduno del Limentra ‘sa’ da fa’!
Quest’anno ahimè il raduno ne ha risentito, certamente per le previsioni e per i livelli dell’acqua.
Ero in contatto con Totò per andare insieme con l’idea di divertirsi, sia in fiume con la canoa da gioco sia fuori dal fiume con ‘crescentine , salumi e compagnia’.
Giovedì già ero più che convinta che nelle nostre zone non si sarebbe concluso nulla. Le previsioni parlavano chiaro, molto chiaro. Io di certo non mi sarei messa in canoa. Rimango così determinata ad andare sul Limentra.
Venerdì comincio a pensare che anche il Limentra per quanto regolato dal rilascio dell’acqua potesse essere a rischio. Contatto gli organizzatori che mi rispondono in un primo tempo dicendo che la diga sta rilasciando più del dovuto. Il lago di Suviana è troppo alto . Mi avrebbe comunque aggiornato. In serata un altro sms: “abbiamo richiesto il rilascio di 14 mc l’Enel rilascia 40mc! Il raduno non viene annullato ma si sposta sul Reno”. Fiume di II grado, quindi tutto regolare, raduno confermato e orari come da copione.
Io, dopo aver lavato la mia canoa da gioco piena di formiche e uova (porca vacca!),  la ripongo in box e tiro fuori la mafia. E il venerdì sera partiamo.
Non conosco il fiume,  mai fatto! Ma mi informo bene. Quando arriviamo all’imbarco la mattina successiva, il getto d’acqua è notevole! Chiaro.. l’imbarco parte soft non sembra esagerato ma l’acqua è tesa e la corrente spinge di brutto. Totò è già esaltato e vuole entrare. Io meno. Gli dico, andiamo al raduno e sentiamo. Lui in un primo momento insiste, poi si convince. Al raduno i locali sono fermi nel dire che il livello è alto e il fiume diventa ‘molto impegnativo’. A parte un piccolo gruppo di canoisti convinti gli altri rinunciano. “40m3? Non entriamo!” Gli organizzatori insistono a dire che chi entra lo fa a suo rischio e pericolo: nessuna sicurezza ai trasbordi e nessun servizio navetta.
 
La mia ansia sale. Il limentra è un fiume di III- III+ ma con quel livello diventa di volume e i punti clou raggiungono il IV. Sono a conoscenza dei 2 artificiali. Al secondo, quest’anno , è ceduta la base creando così un sifone ‘mortale’. Questo è già sufficiente per far crescere in me l’ansia. So che c’è una bella morta per il trasbordo ma…prima della morta? L’idea di fare un bagno con quell’acqua e quella corrente, nelle rapide prima degli artificiali non mi lasciava per nulla tranquilla. Dico a Totò (e Totò lo dice contemporaneamente a me) che se vuole può fare lui il primo giro in modo da valutare se fattibile anche da me.
 
Esce dal primo giro tutto contento e determinato a reimbarcarsi con me che nel frattempo ero andata ad ispezionare il sifone e la rapida della passerella (uno dei 3 punti impegnativi del tratto).
Ci imbarchiamo, io sempre troppo in ansia e il fiume sempre con 40m3. Al secondo passaggio critico, la rapida di Castrola al termine della quale c’è il trasbordo obbligato (con quel livello) del 1° artificiale, arrivata a metà rapida un bel buco mi gira, tento 3 eskimi non riesco e stappo. Tengo la canoa e la pagaia e tento di nuotare a riva ..non riesco e mollo canoa e pagaia (che dire .. O tutto o niente!) la corrente era troppo forte e l’artificiale si avvicinava e Totò era già giù. Nuoto e vado a riva e la canoa va! Si fa il salto dell’artificiale, si schianta, per fortuna si ferma 500mt più a valle tra i rami e Totò la recupera ammaccata.
Intanto smaltisco l’ansia in una lunga camminata per rientrare al campo e penso e ripenso piuttosto mortificata.
La sera l’ansia del fiume non molla ma monta la rabbia (possibile quest’ansia del cavolo?!?!? Alla fine.. che cavolo è un III grado!) Sono sempre più convinta di volermi imbarcare sul Reno il giorno successivo ma…sono in guerra con me stessa. “Rinuncio? E’ un III! Non ci riprovo nemmeno?
La domenica mattina altro gruppo e altro giro, il livello è leggermente calato (36m3) ma sempre gonfio . Totò non insiste mi chiede tranquillamente se preferisco imbarcarmi sul Reno, anche se con quel livello, potevo provarlo. Si forma un gruppo piuttosto numeroso tra l’altro e appioppano a Totò il compito di aprire . Scendo in mezzo al gruppo. Sempre in tensione.
Stavolta la discesa va via liscia e faccio regolarmente tutti i passaggi, magari non in perfetto stile data la rigidità, ma ‘falsa diga’ – ‘rapida di castrola’ – i 2 artificiali – arrivo alla rapida della Passerella 200mt di rapida di volume bei buchi ma tutto sommato con quel livello piuttosto lineare. E la passo via. Nell’ultimo saltino Totò mi urla ‘E il BOOF?!?!? CAVOLO BOOFFA’ io gonfio le guance e sbuffo ma forse non era esattamente quello che intendeva. Mi manca la tecnica, il boof non si improvvisa così come niente.
Mi sento più serena, so che c’è un’ultima rapida quella dello slalom ma non ho idea di come sia se non.. che è lunga 400mt. Nessuno si ferma a ispezionare (tutti conoscono il fiume) nessuno, su mia richiesta mi da indicazione particolari ‘mmaa si qualche buchino, scivolino….nulla di che’ FANCULO! Con quel livello la rapida non è proprio per un c…avolo banale. I buchini sono buconi, e gli scivolini sono rulli! l’acqua spinge maledettamente tra massi di notevoli dimensioni esattamente come i buchi che vi si formano alla base. Manovriera per tutto il tratto e le linee, almeno per me, non così facilmente individuabili. Faccio penso un 150-200mt poi arrivo al punto più balordo, quello sotto la passerella. Non taglio esattamente nella direzione dovuta, non vedo dove sono passati gli altri e subito poco prima del ponte mi giro. Non avrei pensato che nell’ultimo passaggio l’avrei purgata tutta. La cosa di cui sono contenta è che appena mi giro divento lucida e concentrata. L’ansia sparisce solo mi limito a cercare di capire cosa succede e cosa fare. Ma forse questa lucidità era anche dettata dall’inconsapevolezza della rapida stessa ..ancora troppo lunga 200-250mt.
Bagno
 
Vado a bagno in un rullo che mi tiene sotto (mi dirà uno che scendeva con me: mi sono fermato perché quando sei entrata ti ho visto sparire completamente con tutta la canoa e non riaffioravi! Mi sono davvero spaventato e mi son fermato per vedere cosa accadeva).
 
La mia sensazione: entro nel rullo mi giro violentemente mi sento tirar sotto, restarci e picchiare forte mentre rotolo in mezzo ai massi. Mi chiudo subito in protezione (ranicchiata sul pozzetto)  quando sento un minimo di stabilità mi metto in posizione di eskimo ma le mani non affiorano e sento di continuare a rotolare su me stessa. Poi improvvisamente una forza assurda dell’acqua mi spinge verso l’alto a modi proiettile (che sensazione stranissima e pazzesca, non la dimenticherò mai! Piacevole perché sentivo che salivo. Di fatto il rullo in quel momento mi stava buttando fuori) riaffioro in posizione di “appoggio basso” (ancora più assurdo! Ma com’è possibile!) quindi spingo sulla pagaia e mi raddrizzo. Immediatamente finisco in un buco, anche qui la forza dell’acqua mi aiuta in un eskimo esco e …..finisco immediatamente in un secondo buco (sempre il tizio raccontava: sei entrata nel rullo, a valle del rullo c’erano due buconi e ci sei finita dentro in entrambi e nel terzo sei sparita) nel terzo buco mi preoccupo, non capivo dove cavolo ero finita x quella sequenza di buchi e stappo. Non l'avessi mai fatto! La canoa schizza via e io sto sotto (poco ma per me un’infinità di tempo)  nel buco. Poi mi butta fuori e sono esausta. Realizzo che uscire dalla canoa fa perdere immediatamente tutte le energie. Appena riaffioro con la testa, guardo a valle e vedo sotto un enorme masso e schiuma bianca ovunque (il masso era quello del pilone del ponte) e una sequenza infinita di buchi in primis quello del massone, non vedevo la fine della rapida che era lunghissima. Solo in quel momento ho avuto paura: non avrei retto la rapida a nuoto. Ero praticamente esausta. Non avevo più forza per reggere nemmeno un metro in acqua figurati un altro buco. Ho pensato se non esco ed entro in un altro buco annego. L’istinto mi fa indirizzare immediatamente lo sguardo alla sponda e nuotare con decisione verso un mezzo tronco, l’avessi perso …avrei ripreso la rapida a nuoto. Ho afferrato quei 30 cm di tronco e sono uscita. Sono rimasta in piedi sulla sponda per almeno un 10 minuti a riprendere fiato e guardare la rapida, in fondo in una morta vedo alcuni compagni e faccio cenno che è tutto ok. Riguardo la rapida seria. A nuoto non l’avrei mai superata. Credo che il tutto si sia svolto forse in ….5 minuti? Per me interminabili.
 
 A distanza di due giorni sono fermamente convinta che:
 
1 - il limentra con quel livello è fattibile e non è proibitivo. Solo è un fiume di volume con tutto ciò che questo comporta. Il pericolo del limentra è oggettivo: i due artificiali. Mentre la difficoltà sono le due rapide lunghe di cui una , quella dello slalom, manovriera e da affrontare con decisione. Tutto sempre rapportato a quel livello d’acqua.
2 – più che mai ora sono determinata a dire che nella scelta “se imbarcarmi o meno” devo pensare con la mia testa! Ascoltare gli altri certo! Fidarsi certo ma solo degli affidabili! Totò è una persona di cui mi fido e che stimo in fiume. Ma ciò non toglie che devo pensare sempre con la mia testa. Tutto è soggettivo. Tutto.
Detto questo il raduno è assolutamente fantastico! Organizzazione ottima! Anche con questi livelli esiste l’alternativa del Reno che è perfetta. Tutti coloro che han fatto il Reno sono stati contenti e si sono divertiti parecchio. Da mettere assolutamente in calendario e da non cancellare anche se prevedono 40m3 l’alternativa c’è: il Reno! Poi la sera, cena favolosa con ‘crescentine – stracchino e salumi’!
 
Ringrazio tantissimo Totò per avermi, come sempre, seguito in fiume e supportato nelle mie incertezze e titubanze. I suoi occhi erano sempre fissi su di me.
 
ORA relax ..mare-sdraio-sole-coca cola!

R: MELLA 2013 HTTP://YOUTU.BE/MQPP4QBXLJE

www.canoamartesana.it

CINZIA    
21 maggio 2013 - 12:45
Msg #6105

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Cippiri-MELLA! Wao! Ragazzi che bel fiumetto! La rapida della passerella con quel livello poi fa impressione! Davvero! Complimenti a Cla che apriva le acque   e davvero, grandi Rino e Beppe! Grintosi e decisi. Davvero complimenti , i passaggi non mi sembravano per nulla banali e comunque, bello continuo.

VIDEO SOCA

www.canoamartesana.it

CINZIA    
16 maggio 2013 - 10:49
Msg #6076

Solo
messaggi
CINZIA

Bravo Fede! bel video

R: TORRENTE MELLA VS LAGO DI CERESIO

www.canoamartesana.it

CINZIA    
14 maggio 2013 - 11:12
Msg #6066

Solo
messaggi
CINZIA

AH! AH! AH! Grandissima Lory! Hai reso perfettamente l'idea della piacevole giornata trascorsa ! Certo che Fabio che segue un'altra macchina....e i buchi della canottiera di Nunzio!! Poi ho 'visualizzato' perfettamente le facce allibite alla sua proposta in merito a "Italia 1"    ...e on parliamo dello snack leggero..............................! Bel report comunque segno di una piacevole giornata trascorsa in compagnia. Cenerentola è rimasta a casa però giusto?

R: SABATO 11 TORRENTE MELLA: AN EMINGWAY-STYLE REPORT

www.canoamartesana.it

CINZIA    
13 maggio 2013 - 18:03
Msg #6061

Solo
messaggi
CINZIA

Cavolo il forum si fa sempre più intrigante!
 
La pubblicazione dei reports è un aspetto interessante e molto utile e leggerli diventa costruttivo e decisamente stimolante. Il racconto di come si svolge la discesa e di quello che accade e delle emozioni che si vivono aiuta parecchio, anche se non sembra, sia chi scrive  sia chi li legge.
 
Questo vale per le imprese più impegnative ma anche per le situazioni più tranquille. Anche il racconto di chi si ferma in uno spot a giocare può essere molto utile. A me da soddisfazione e ripeto anche stimoli.. poterli leggere. Oltretutto è materiale che può sempre tornare utile per uscite successive.
 
Complimenti per la cavalcata e sono curiosa molto curiosa di sentire i racconti di Rino o Peppe! Rino tocca a te farci sognare  
 
Naturalmente se questo vale per una discesa, figuriamoci per una spedizione! (Pirenei! Pirenei! Pirenei!)
Complimenti per la discesa.

R: WE ARE THE WORLD

www.canoamartesana.it

CINZIA    
8 maggio 2013 - 15:27
Msg #6039

FOTO
www.canoamartesana.it

Solo
messaggi
CINZIA

Cavolo ragazzi e ragazze! bel gruppo! Belle foto sul Taro! Belle facce sorridenti

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10-19  

www.canoamartesana.it/public/forum/forum.asp

Vecchio Forum
(1 Ottobre 2006 - 23 Agosto 2009)